Toronto Bridge o Dentiera , Cosa scegliere ? – Roma

La dentiera o protesi totale e la toronto bridge sono due soluzioni di tipo protesico totale che portano al ripristino di un’intera arcata dentale perlomento fino al primo molare destro e sinistro per un totale di 12 elementi per arcata.
La protesi totale è stata la soluzione per eccellenza adottata in odontoiatria dai suoi albori, la storia e l’esperienza di tutti i dentisti hanno fatto si che questa soluzione sia stata perfezionata al meglio tanto che ad oggi difficilmente è migliorabile.
Questo tipo di protesi però presenta degli inconvenienti difficilmente risolvibili.
Nel tempo perde di precisione poiché, andando ad agire e stimolare la gengiva e l’osso, tende a farli ritirare.
A seguito del riassorbimento osseo la protesi perde di precisione e stabilità e va pertanto ribassata adattandola alla nuova situazione che si è venuta a creare.

Purtroppo questo avvenimento non accade una sola volta nella vita ma è un processo fisiologico pertanto destinato a ripetersi.
Il processo si presenta in egual misura sia sull’arcata superiore che inferiore, purtroppo nell’arcata inferiore il problema si presenta di entità maggiore poiché già di partenza la superficie ossea di appoggio è ridotta.
La richiesta di una soluzione alla protesi mobile spesso e volentieri ci viene presentata dai portatori di protesi inferiore.

La soluzione protesica mobile si è adottata, anche dopo l’introduzione dell’implantologia, in quelle bocche dove purtroppo la quantità ossea non era sufficiente a poter alloggiare un impianto, fino all’introduzione della tecnica all-on-four che consente una protesizzazione di tipo toronto bridge.
La protesi toronto bridge è una protesi avvitata su impianti che ripristina un’intera arcata.
La differenza sostanziale sta proprio in questo, questa protesi viene avvitata agli impianti messi tramite la tecnica all-on-four, pertanto non si potrà muovere dal suo alloggiamento.
Anche questa protesi dovrà essere ribasata ma solamente una volta a 6 mesi dalla chirurgia.
Dopo questo tempo la guarigione fisiologica ossea avrà creato uno spazio tra gengiva e protesi che verrà ricostituito tramite un solo ribasamento.

L’ancoraggio agli impianti e gli impianti stessi presenti nella mandibola o mascella, faranno in modo che non si possa più verificare alcun riassorbimento osseo di tipo rapido. Ad oggi ci sono casi estremi in cui la protesi mobile totale è inevitabile ma fortunatamente sono in percentuale bassissima.
Ad oggi neanche il vantaggio di tipo economico giustifica la scelta di una dentiera rispetto ad una toronto bridge, alla fine il rapporto costo-beneficio di una soluzione protesica totale è nettamente a favore della toronto bridge.

Call Now Button