Cura della Parodontite e Gengivite

Le Cure della parodontite e gengivite a Roma

La malattia parodontale danneggia i tessuti di sostegno e rivestimento del dente minandone la stabilità fino a poterne causare la perdita, nella maggior parte dei casi è di origine batterica. La malattia parodontale si divide in due grandi gruppi le gengiviti e le parodontiti, in funzione dei tessuti parodontali interessati.

In parodontologia fondamentale è la prima visita odontoiatrica e la compilazione della cartella clinica parodontale, diversa da quella classica odontoiatrica. In visita si eseguono indagini rx di tipo ortopanoramica o full endorale, inoltre si farà una valutazione clinica tenendo in considerazione presenza di placca o tartaro, tasche parodontali e loro profondità (6 misurazioni per dente), recessioni gengivali e loro profondità, sanguinamento spontaneo e stimolato, grado di mobilità del dente. Questa prima fase, fondamentalmente, non serve a pianificare una terapia ma ad avere un riferimento di partenza per valutare i miglioramenti generati dalla terapia. La terapia consiste nella rimozione di tartaro, placca e biofilm batterico e si divide su 3 livelli diversi in base all’importanza della malattia parodontale.

La terapia si esegue con strumentazione meccanica ad ultrasuoni (1°livello), strumentazione manuale tipo curette o scaler (1° e 2° livello), strumentazione chirurgica coadiuvata da strumenti manuali e meccanici (3°livello).
Oltre la placca batterica, altri fattori possono influire sulla salute del parodonto: il fumo, lo stress, malattie quali il diabete e o altre malattie che riducono le difese immunitarie.

GENGIVITI

La gengivite è molto frequente e si manifesta con un rossore,un leggero gonfiore ed in alcuni casi alitosi, ci può essere il sanguinamento allo spazzolamento. Questa infiammazione è dovuta allʼaccumulo di batteri sulla superficie dei denti sotto forma di placca batterica. La placca è facilmente rimovibile con lo spazzolamento quotidiano. Se la placca non viene rimossa tende ad indurirsi per deposizione di sali di calcio diventando tartaro che può essere eliminato solo ambulatorialmente tramite l’uso di appositi strumenti. Se l’infiammazione progredisce coinvolgendo altre strutture del parodonto diventa parodontite.

La gengivite può anche essere causata da fattori ormonali manifestandosi anche durante la pubertà e la gravidanza.

PARODONTITE

La parodontite è meno frequente delle gengiviti ma comunque una delle malattie più diffuse . Conosciuta con il nome improprio di piorrea é causata, come le gengiviti, da accumulo di placca batterica che determina unʼinfiammazione non solo del margine gengivale ma anche dei tessuti più profondi che sono lʼosso e il legamento parodontale. Lʼorganismo cerca di reagire a questo attacco batterico ma di solito se non curata, abbiamo la lesione del legamento parodontale e lʼinteressamento dellʼosso con riassorbimento dello stesso.

Tutto questo determina una perdita di ancoraggio del dente nellʼosso con conseguente mobilità del dente e perdita dello stesso. Anche questa malattia è molto subdola perché spesso non ci si accorge della gravità se non quando il dente è mobile. Ecco perché è fondamentale fare delle visite di controllo periodiche regolari e comunque allarmarsi se cʼè un eccessivo sanguinamento è una dolenzia generale. Lʼodontoiatra durante la visita andrà ad evidenziare delle tasche e parodontali aumentate che vanno a confermare una perdita di osso.

La tasca parodontale è lo spazio esistente tra la radice del dente e margine gengivale e normalmente è di 2-3 mm.

Quando questo spazio aumenta lʼabbiamo un aumento di quantità di batteri che si depositano nella tasca e che non vengono influenzati dalle opere di igiene orale e in quanto si localizzano in profondità.

CURA
Queste malattie vanno curate cercando di rimuovere la causa, i batteri. Questo si può fare attraverso una corretta igiene orale che evita il deposito degli stessi sulle superfici dei denti. Anche gli altri fattori predisponenti, fumo e stress, andrebbero rimossi e inoltre il diabete mellito e altre malattie più rare sono più difficili da controllare.
La diagnosi si fa attraverso una visita accurata attraverso lo studio dei sintomi e attraverso il controllo delle tasche parodontali.
In caso di gengiviti lievi sarà sufficiente una semplice pulizia con rimozione dei depositi di placca sia sopra che sotto il bordo gengivale. Il paziente dovrà poi seguire con attenzione le regole per lʼigiene orale giornaliere. Nei casi più gravi possono essere necessarie delle levigature sottogengivali o dei piccoli interventi chirurgici e che mirano a togliere lʼinfezione nella profondità delle tasche e di modo che possano guarire in modo soddisfacente.

La chirurgia parodontale può essere di tipo mucogengivale che mira a correggere profili e volumi della sola parte gengivale. La chirurgia rigenerativa viene usata solitamente nel grande rialzo del seno mascellare , nella rigenerazione guidata delle superfici ossee e nella gestione delle tasche parodontali gravi. L’utilizzo di biomateriali e membrane consentono la rigenerazione ossea li dove è venuto a mancare.
La chirurgia resettiva è quella più utilizzata in parodontologia. La chirurgia resettiva tende a rimuovere la tasca ed a ricreare un profilo osseo corretto. Di solito, a seguito di chirurgia resettiva, il profilo gengivale si posiziona a livello più apicale che in precedenza, di solito si preferisce aumentare l’esposizione radicolare per ridurre o azzerare la profondità di tasca. Durante la chirurgia resettiva le radici interessate vengono esposte, vengono curettate tasche e radici con curette a mano, viene passato l’ablatore per rimuovere tutti i residui di tartaro, le radici vengono poi lucidate con frese parodontali montate su micromotore. A termine dei passaggi sulle radici, si procede ad osteotomia resettiva della struttura ossea affinchè venga ripristinato un corretto profilo.

L’igiene approfondita domiciliare è fondamentale per una corretta riuscita della terapia parodontale.

Studio dentistico a Monteverde, Roma

Un’equipe di professionisti per il tuo sorriso
Riacquistare il proprio sorriso in giornata è possibile. Grazie all’equipe di specialisti dello Studio Odontoiatrico Giancarlo Ciampa. Lo studio dentistico a Roma Monteverde vi farà riavere i vostri denti fissi nel giro di 24 ore. Senza il minimo dolore il paziente può tornare alla sua vita di sempre tramite un intervento che dura soltanto – 1 ora.

Dentista Roma-Dottore Giancarlo Ciampa Nato a Roma il 19 marzo 1956. Laurea in Medicina e Chirurgia presso la Università La Sapienza in data 22 ottobre 1981 con voto 110/110 e lode. Consulente esterno presso il reparto di Ospedale Nuovo Regina Margherita dal 1982 al 1984; dal 1983 Libero professionale in Roma con particolare attenzione alla protesi su impianti. Partecipa a numerosi corsi e congressi. Iscritto all’ ordine dei medici odontoiatri con N° 247

Giancarlo Ciampa

Medico Odontoiatra

Google

Dentista Monteverde Roma

 

Studio Dentistico Giancarlo Ciampa
Roma Monteverde

Servizi in convenzione con le principali assicurazioni

Ci troviamo

Via Giovanni de Calvi 6,

Roma 00152

 

Phone

+39 06 5371246
 

Email

giancarlociampa@gmail.com

Call Now Button